Calcioscommesse: 10 mesi di stop per Conte

L'allenatore della Juventus squalificato per 10 mesi. Assolti Bonucci, Pepe e Di Vaio. Carrera sostituirà Conte alla guida della Juve?. Due punti di penalizzazione per il Novara. TUTTE LE SENTENZE
Conte, Juve
10 agosto 2012
A - A
Antonio Conte, allenatore della Juventus è stato squalificato per 10 mesi coinvolto nello scandalo del calcioscommesse. Il procuratore Palazzi aveva chiesto 15 mesi. Sono stati invece assolti Bonucci, Pepe e Di Vaio.

 «La Juventus è in silenzio stampa. I fatti odierni, che sono da considerarsi un atto gravissimo nei confronti dell'onorabilità di tutti i soggetti coinvolti: professionisti, manager, tesserati e società». Questa la nota che si può leggere sul sito della Juventus dopo il "no" della Commissione Disciplinare alla richiesta di patteggiamento (tre mesi di stop e 200mila euro di ammenda) per Conte.

LE SENTENZE

La commissione disciplinare nazionale ha anche prosciolto da ogni accusa l'ex calciatore del Bologna - ora al Montreal Impact - Marco Di Vaio, nonché i calciatori Salvatore Masiello, Daniele Padelli, Giuseppe Vives, Nicola Belmonte.

Il procedimento ha riguardato 45 tesserati e 13 club. Tra questi la commissione ha disposto la retrocessione in Lega pro di Lecce e Grosseto. «Lecce e Grosseto - si legge nella nota della Figc - escluse dal campionato di competenza di Serie B 2012/2013, con assegnazione da parte del consiglio federale a uno dei campionati di categoria inferiore (e ammenda di euro 30.000 al Lecce), penalizzazione per Novara (-2), ammende per Bologna (30.000 euro) e Ancona (10.000) e un totale di 19 tesserati condannati (oltre ai patteggiamenti già definiti in aula)».

«tra i tesserati - prosegue la nota - le pene più severe sono quelle nei confronti del presidente del Grosseto Camilli e dell'ex presidente del Lecce Semeraro (per entrambi 5 anni di squalifica); squalifica di 10 mesi per Antonio Conte, attualmente allenatore della Juventus, 8 mesi al suo vice Angelo Alessio. Prosciolti l'Udinese e 7 tesserati: Leonardo Bonucci, Simone Pepe, Marco Di Vaio, Salvatore Masiello, Daniele Padelli, Giuseppe Vives, Nicola Belmonte (limitatamente ai fatti di Udinese - Bari, squalifica di 6 mesi invece in relazione alla gara Cesena - Bari)».