Azzurri memorabili: 5 medaglie in un giorno

Campioni Olimpici (AUDIO-VIDEO) nell'arco e nel fioretto femminile. | FOTOGALLERY | 2 ori, 2 argenti, un bronzo. La prima medaglia  con l'Arco a squadre, poi il tris azzurro di Di Francisca, Errigo e Vezzali. Tesconi secondo nella pistola. E oggi si tifa Pellegrini. | L'eterna Valentina: «Faccio un figlio, poi torno» di Marco Bucciantini | MULTIMEDIA: GALLERY | CERIMONIA | VIDEO | LA REGINA  BOND-GIRL | FOTO 1 | FOTO 2 | VIDEO | MR BEAN.
Vezzali, bacio in bocca tra sorelle
28 luglio 2012
A - A
GIORNATA STORICA. CAMPIONI OLIMPICI NELL'ARCO E NEL FIORETTO FEMMINILE. MA ANCHE LA PRIMA MEDAGLIA D'ARGENTO NEL TIRO CON LA PISTOLA.

Medaglia d'oro all'Italia nell'arco a squadra
già nel primo pomeriggio, nel giorno dell'edizione numero 30 dei giochi olimpici. Poi in serata il tris azzurro nel fioretto femminile: oro, argento e bronzo.

- AUDIO-VIDEO

E' la prima volta, alle Olimpiadi, che il podio del fioretto individuale donne è tutto azzurro. L'Italia ha conquistato l'oro con Elisa Di Francisca, l'argento con Arianna Errigo ed il bronzo con Valentina Vezzali che fanno dell'Italia, ancora una volta, l'autentico 'Dream Team' di questa arma. Notevole l'impresa della Di Francisca in finale, che ha rimontato dall'8-11 per chiudere sull'11-11 i tre assalti e poi vincere 12-11 all'over-time. Valentina Vezzali ha conquistato la medaglia di bronzo nel fioretto femminile a Londra 2012, battendo 13-12 nella finalina la sudcoreana Nam Hyun-Hee.

Il trio azzurro dell'Arco
composto da Marco Galiazzo, Mauro Nespoli e Michele Frangilli batte al fotofinish gli Stati Uniti e conquista la medaglia più preziosa, completando una impresa straordinaria dopo i successi nel pomeriggio contro Taipei, Cina e Messico. Gli Usa vengono battuti 219-218 quando ormai la speranza era appesa ad un filo: sull'ultimissimo tiro di Frangilli, infatti, l'unico punteggio possibile per l'oro era 10 (il massimo), ma l'arciere di Gallarate, con freddezza, ha scagliato la freccia proprio dove doveva andare, nel centro del mirino. Ed è oro, battendo gli Stati Uniti per un punto.

- Scherma, tris azzurro: oro, argento e bronzo| FOTOGALLERY 

Elisa Di Francisca è la nuova campionessa olimpica del fioretto femminile di scherma a Londra 2012. La jesina ha battuto 12-11 all'extra time la monzese Arianna Errigo in una finale tutta azzurra e con moltissime emozioni. Entrambe alla prima Olimpiade, la Di Francisca ripete quanto già accaduto ai Mondiali di Parigi 2010, quando vinse l'oro e costrinse la Errigo ancora all'argento. Il podio è tutto italiano per un grande triplete azzurro: la medaglia di bronzo è infatti di Valentina Vezzali, che nella finalina ha piegato la coreana Nam.


NUOTO, LOCHTE ORO 400 MISTI, PHELPS FUORI DA PODIO
Ryan Lochte è il nuovo campione olimpico dei 400 misti. L'americano ha vinto l'oro ai Giochi di Londra in 4'05"18 davanti al brasiliano Thiago Pereira, argento, e al giapponese Kosuke Hagino. Grande sconfitto il campione in carica Michael Phelps, fuori dal podio con il quarto posto. Ottavo l'azzurro Luca Marin.

Già nel pomeriggio, era arrivata la prima medaglia: Luca Tesconi ha vinto l'argento alla finale del tiro a segno. L'azzurro aveva strappato il pass della finale nella pistola ad aria compressa 10 metri arrivando quinto nella fase eliminatoria con 584 punti. L'oro nella gara di pistola 10 metri è andato al sudcoreano Jin Jongoh, con 688.2 punti, mentre Tesconi, carabiniere di  Pietrasanta con la passione per la chitarra, ha ottenuto 685.8. Terzo e medaglia di bronzo è stato il serbo Andrija Zlatic (685.2).  Ventinovesimo l'altro azzurro Francesco Bruno.

«Ci avrei messo la firma, assolutamente non me l'aspettavo. Mi sono reso conto di aver vinto una medaglia olimpica soltanto quando sono salito sul podio, quindi all'ultimo momento». Luca Tesconi è ancora
visibilmente emozionato per l'argento vinto oggi a Londra nella pistola 10 metri. «Sono stato l'ultimo azzurro a conquistare il pass olimpico
- dice ancora il carabiniere toscano - ed ora mi sento molto orgoglioso di ciò che ho fatto. Quasi non ci cresdo, sono strafelice, il tiro a segno è il mio sport ed anche la mia vita».

Quella conquistata oggi a Londra è l'ottava medaglia nella storia dell'Italia olimpica del tiro a segno, la terza d'argento. L'ultima a salire sul podio, nella gara delle carabina 3 posizioni di Atene 2004, era stata l'attuale ct della squadra azzurra (anche degli uomini) Valentina Turisini.

Precedente Precedente
Pagina 1 di 5