Sanguisughe, provette selvagge

sanguisuga
Di Adriana Schepis
30 aprile 2012
A - A
Telecamere a infrarossi, raccolta di peli e feci, studio delle orme lasciate sul terreno... è difficile e costoso raccogliere informazioni sui mammiferi che vivono in zone impervie come le foreste pluviali asiatiche. O almeno lo è stato finora.

Lo Zoo di Copenhagen e il Centre for GeoGenetics at the Natural History Museum of Demark dell’Università di Copenhagen hanno messo a punto un metodo nuovo, semplice ed economico: analizzano il sangue succhiato dalle sanguisughe alla ricerca di DNA appartenente ai mammiferi, dei quali ottengono così l’identificazione genetica.

Il nuovo metodo, che secondo gli autori potrà essere applicato anche in altre zone del mondo, è stato descritto in un articolo pubblicato il 24 aprile su Current Biology.

Molti mammiferi dell’Asia sudorientale appartengono a specie minacciate e ancora poco conosciute. In queste foreste pluviali prosperano le sanguisughe di terra del genere Hemadipsa, che conservano tracce del DNA delle loro vittime fino a 4 mesi dopo aver mangiato. “Sono molto facili da catturare, vista la loro propensione ad attaccare l’uomo” racconta Mads Bertelsen, veterinario dello Zoo di Copenhagen e coautore dello studio. “Basta solo stare fermi per una manciata di minuti, e dal nulla appaiono dozzine di sanguisughe pronte a banchettare su di te. Non occorre seguire gli animali nella giungla, sono i campioni di sangue a venire direttamente da te”.

Grazie a questo metodo innovativo in Vietnam è stata confermata la presenza di specie molto rare, come il coniglio striato annamita: scoperto nel 1996, la sua presenza in quell’area non era stata ancora confermata, nonostante 2000 notti di riprese con la telecamera a infrarossi. Un risultato che è stato raggiunto grazie alla combinazione fra creatività umana e tecnologia.

* * *

LINK:

Leeches Are DNA Bloodhounds in the Jungle:

- Università di Copenhagen: http://news.ku.dk/all_news/2012/2012.4/leeches_bloodhounds_bio/

- Science Daily : http://www.sciencedaily.com/releases/2012/04/120423162457.htm

 

Lo studio su Current Biology:

Ida Bærholm Schnell, Philip Francis Thomsen, Nicholas Wilkinson, Morten Rasmussen, Lars R.D. Jensen, Eske Willerslev, Mads F. Bertelsen, M. Thomas P. Gilbert. Screening mammal biodiversity using DNA from leeches. Current Biology, 2012; 22 (8): R262 DOI: 10.1016/j.cub.2012.02.058

- Abstract: http://www.cell.com/current-biology/retrieve/pii/S0960982212002096

- Pdf articolo:

http://download.cell.com/current-biology/pdf/PIIS0960982212002096.pdf?intermediate=true