La mission impossible di Maria Stella

Di Maria Novella Oppo
26 ottobre 2011
A - A
Se fosse quel gran comunicatore che dicono, Berlusconi ci risparmierebbe almeno le molestie di Maria Stella Gelmini in televisione. Invece in questo momento, in cui forse nessuno vuole andare a difendere l’indifendibile in video, la ministra appare dovunque. Per rivelarci, ma pensa, che il governo è stato votato dagli italiani. E lo dice proprio lei che non è stata votata da nessuno e tanto meno lo sarà in futuro. Poi, per oscurare i dati forniti dai sondaggi di Pagnoncelli a <CF161>Ballarò</CF>, secondo i quali il 69 % degli italiani non ne vuole più sapere di Berlusconi, la signora ha cercato di buttarla in caciara, prendendosela soprattutto con Gianfranco Fini. Il quale ha detto tra l’altro che la moglie di Bossi è andata in pensione a 39 anni e che Berlusconi non vuole la patrimoniale (ormai richiesta perfino dagli industriali) semplicemente perché non vuole pagare tasse sul suo enorme patrimonio. A questo punto la Gelmini avrebbe voluto sparire, ma purtroppo non ci è riuscita.