Divora braccio di un uomo
Droga spinge a "cannibalismo"?

Hannibal lecter
25 giugno 2012
A - A
Horror a Palmetto, in Florida, durante una visita familiare. Carles Baker, 26 anni, era andato a trovare i figli quando, sotto l'effetto di droga, ha iniziato a urlare e spaccare mobili. L'uomo si è poi spogliato e ha aggredito un uomo che viveva nell'abitazione, mordendogli il braccio e mangiandone la carne. La vittima è sopravvissuta.

Quando è arrivata la polizia, come spiega l'emittente Abc, Baker continuava a urlare ed era molto agitato. Le forze dell'ordine sono intervenute con diverse scosse di taser, che hanno permesso di arrestare l'uomo.

Non è ancora noto quale sia la droga consumata da Baker, ma l'episodio ha riacceso l'allarme scoppiato nelle ultime settimane su una nuova sostanza chimica che si sta diffondendo negli Stati Uniti e che stimolerebbe episodi di presunto cannibalismo. A Baltimora, in Maryland, uno studente ha confessato a fine maggio di avere ucciso il compagno di stanza e di averne mangiato parte di cuore e cervello. Pochi giorni prima, un ragazzo sotto effetto di droga si era spogliato e ridotto in fin di vita un senza tetto in Florida dopo avergli mangiato l'80 per cento del volto. Il ragazzo, secondo la polizia, era probabilmente sotto l'effetto di una droga sintetica chiamata «bath salts» (sali da bagno). L'episodio, molto simile a quello appena accaduto, ha puntato i riflettori su questo tipo di droga, realizzata con elementi chimici facili da trovare e venduta in strada, già nota per gli effetti imprevedibili.