Le Monde: manovra Bce per titoli italiani e spagnoli

mario draghi banca centrale europea bce
27 luglio 2012
A - A
Dopo l'apertura di ieri di Draghi, la Bundesbank gela il capo della Bce dicendo no all'acquisto di Bond. Da Parigi Le Monde rivela un piano anticrisi per proteggere i titoli di Stato italiani e spagnoli, ma a ruota il ministro delle finanze tedesco Schaeuble ripete il no di Berlino a una licenza bancaria per il meccanismo di stabilità Esm.

BERLINO, NO A LICENZA BANCARIA PER ESM
Il governo tedesco non cambia linea e ribadisce di essere contrario a concedere una licenza bancaria per il futuro meccanismo europeo di stabilità Esm. Lo ha ribadito oggi a Berlino la portavoce del ministro delle Finanze, Wolfgang Schaeuble.

LE MONDE: BCE PREPARA MANOVRA PER ITALIA E SPAGNA
La Banca centrale europea sta preparando una manovra anticrisi concertata con gli Stati dell'area euro per respingere le pressioni di mercati sui titoli di Stato di Spagna e Italia. Lo scrive Le Monde all'indomani delle dichiarazioni del presidente della Bce Mario Draghi, che ha lasciato presagire possibili interventi straordinari sulla crisi dei debiti.

Secondo il quotidiano francese, che cita come fonte «un responsabile europeo», la Bce non agirà da sola: partiranno interventi in parallelo con i fondi anti crisi Ue, prima il Efsf poi l'Esm quando sarà operativo, che acquisteranno titoli di Stato dei due paesi alle aste di emissione. Intanto la Bce riattiverebbe il suo programma di acquisti di bond, focalizzato sulle emissioni già in circolazione. Una sorta di azione a tenaglia contro le tensioni dei mercati. Infine, più in là, si procederà a concedere la licenza bancaria all'Esm. Questo darebbe al nuovo fondo anti crisi accesso ai rifinanziamenti della stessa Bce potenziandone enormemente le capacità operative.

BUNDESBANK FREDDA CON DRAGHI: NO ACQUISTO BOND DALLA BCE
Reazioni fredde della Bundesbank alle attese di una ripresa degli acquisti calmieranti di titoli di Stato da parte della Bce: la Banca centrale tedesca ha fatto sapere di «non aver cambiato parere» sulla questione, riporta Dow Jones citando un portavoce.

Gli acquisti di bond dalla Bce con il programma «Smp» sono «problematici», ha aggiunto la Bundesbank, e creano «falsi incentivi». In definitiva «non è il modo migliore di affrontare la crisi» dei debiti pubblici.

Ieri le parole del presidente della Bce, Mario Draghi, hanno riacceso le attese dei mercati di provvedimenti straordinari anti crisi dell'istituzione centrale. «La Banca centrale europea, attenendosi al suo mandato, è pronta a fare tutto quel che è necessario a preservare l'euro. E credetemi - ha detto -: sarà sufficiente». Draghi comunque non è stato esplicito sul cosa l'istituzione potrebbe decidere.