Speciale primarie Pd 8 dicembre 2013
Speciale Elezioni 2013

Scajola, 6 mosse per tornare in Tunisia. Ad Hammamet

 
IMG
Di Francesco Fornario
5 maggio 2010
A - A
Il ministro Scajola si è dimesso. Per la seconda volta. Un record destinato a restare imbattuto: quale politico potrebbe essere costretto a dimettersi tre volte? Giusto: Renzo Bossi ora è un politico. «Lo faccio per potermi difendere», ha spiegato l'ex ex ministro, che ha promesso di chiarire la sua posizione e ora ha bisogno di un po' di calma e concentrazione per studiare la linea difensiva, che ruota attorno ai seguenti argomenti:
1) No, non mi è sembrato di pagare la casa troppo poco: Calderoli mi aveva detto che quello era un quartiere degradato, e infatti davanti a casa mia c'è un teatro che cade a pezzi.
2) Va bene, vi racconto come è andata davvero. A dicembre dello scorso anno ero seduto nel mio studio quando ho sentito degli strani rumori provenire dalla canna fumaria del camino. Mi sono trovato davanti questo signore con la barba bianca che ha insistito per regalarmi 80 assegn... naaaaa.
3) Vogliono incastrarmi. Loro, i nemici del bipolarismo. Usano una subdola tattica brevettata dai guerriglieri iracheni anche nota come la mossa del Re Magio: fanno finta di essere tuoi amici e poi ne approfittano per farti regali costosi. Hanno pagato le escort di Berlusconi, corrotto i giudici di Berlusconi e pagato i testimoni per deporre a favore di Berlusconi senza che Berlusconi ne sapesse niente. Sospetto che Diego Anemone e Cesare Previti puntino a fare un partito di centro con Fini, Montezemolo e Casini. Me lo ha detto Feltri.
4) Maledizione, lo avevo detto di sbrigarvi con quel cavolo di lodo Alfano bis che prevedeva l'immunità anche per i Ministri.
5) Avevo sempre sentito parlare dell'ipnosi, ma non credevo che funzionasse davvero!
6) Sono innocente, ve l'ho detto, basta con quest'uso strumentale delle manette e questi eccessi moralizzatori della campagna maccartista. E ora scusate ma devo tornare in Tunisia. Ad Hammamet.