Speciale primarie Pd 8 dicembre 2013
Speciale Elezioni 2013

Report, Gabanelli scivola sulla rete
E anche i fan la bocciano di M.Loy

Di Maddalena Loy
11 aprile 2011
A - A
L'appuntamento ce lo siamo dati un po' in tanti, ieri sera, per vedere l'annunciata e attesissima puntata di Report su Facebook, Internet e le trappole del web. Ma con quest'incursione nel mondo della rete – paradossalmente la stessa rete che l'ha consacrata, consegnandola al successo - Milena Gabanelli sembra essersi giocata un bel po' di credibilità. Almeno, questo è quello che pensano migliaia di fan di Report, che non hanno gradito la puntata dedicata a Internet: troppo superficiale – hanno scritto i telespettatori infuriati - confusa e anche un po' “terroristica”. Pollice verso, insomma. “Questa puntata di #report getta un'ombra lunga sulle precedenti, alla veridicità delle quali s'era creduto con fede”, ha scritto littlesbee, riassumendo gli umori della rete sulla puntata, che è stata monitorata in diretta su Twitter.

Una puntata iniziata sottotono, con un abbecedario scontato sui rischi che si corrono iscrivendosi ai social network o postando un video su YouTube: furto di identità, video rubati, attenzioneallepassword, blablabla. E proseguita interrogando il titolare di una videoteca per parlare della pirateria online. Una "report agée", ha riferito Caterina Policaro, una puntata - ha sintetizzato “lettrice” - che sembra pensata “per over 70” , ossia per gente che non considera naturale svegliarsi e guardare le notizie sul pc sorseggiando il caffé, sbrigare commissioni online prima di uscir di casa, lavorare tutto il giorno al computer e addormentarsi con il pc accanto al letto, come invece ci stanno abituando le nuove generazioni di “nativi digitali”. Il popolo della rete, che invece conosce e ama Report, non si aspettava una puntata generica e, lamentano i telespettatori, priva di approfondimento.

S'interroga Giorgio Jannis sul suo blog Semioblog:  "Milena Gabanelli, ti chiedo: che senso ha aver dato alla trasmissione questo taglio? Quale contributo hai dato al dibattito italiano sul cambiamento socioculturale veicolato dalla Cultura digitale? Questo va poi inesorabilmente a intaccare la reputazione di Report, cosa grave per un programma che vuole distinguersi nel panorama mediatico italiano".

Troppo severo? Mica tanto. Un diluvio di commenti negativi ha seppellito fin dalle prime battute la trasmissione di Raitre: “Il servizio di #report e' superficiale e reca danno a chi lavora nel settore” (GuglieCornelli), “Speriamo si rendano conto del loro errore e si scusino con tutti: da stasera gabanelli e #report nemici di Internet” (Simplyhave fun), “Ma quelli di report dove si sono preparati per la puntata di oggi, al cepu?” (KdeP), “Quante cazzate a #Report !! Che rabbia...” (Federico Carucci), e via dicendo. Qualcuno si è perfino spinto a scrivere che è “Meglio la Ventura con camicia maculata che #report stasera” (valentinasole), Alessandro Nasini ha parlato di “brutto scivolone di #report”, mentre Farmacia Serra ha chiosato: “Se questo e' uno dei migliori programmi giornalistici in Italia, il giornalismo e' morto!”. Kumikoh, l'ha buttata sull'ironia: “Oggi #report sembra cioè : se mi connetto all'internet posso perdere la verginità?”, mentre ernestobruscia ha spiegato: “#report mette insieme troppe tematiche trattate tutte con troppa superficialità, bastava approfondire bene i social network...”.

Cos'è successo? Secondo Nadia Bocconcelli “Avete presente l'educazione sessuale spiegata alle medie? #report stasera mi ha dato questa sensazione: solo lati negativi e tanto non detto”, mentre emmescrittoalettere ha chiesto: “ma perchè a #report si parla di tutto e niente con questa musichetta in sottofondo e con la conduttrice che appare ad intermittenza???”. Secondo simona “era una puntata mirata alla Maggioranza del pubblico italiano che di internet non sa nulla”.

Fatto sta che ben oltre la fine della puntata, i twitters hanno continuato a discettare della trasmissione. Duro Francesco Baldini: “Da #report mi aspetto qualità non pressappochismo, guazzabugli e nessun approfondimento”, caustico invece il commento di Giuseppe Campese: “Ecco cosa serviva al nostro paese, già tecnologicamente ignorante e arretrato: un po' di sano terrorismo”. La condanna di michele ficara  è stata netta: “Da stasera gabanelli e #report nemici di #internet”. Ma la conduttrice si è salvata in calcio d'angolo: "Gabbanelli ci hai gabbato stasera … ma io ti voglio bene lo stesso" (Mara Marzocchi).