Speciale primarie Pd 8 dicembre 2013
Speciale Elezioni 2013

L'arcivescovo di Gerusalemme
«Vittorio Arrigoni era un eroe»

24 aprile 2011
A - A
"Bella ciao" e centinaia di persone da tutta Italia per accompagnare l'ultimo viaggio di Vittorio Arrigoni detto "Vik", l'attivista umanitario ucciso il 14 aprile a Gaza, a Bulciago, il paesino in provincia di Lecco. Con decine di bandiere della pace, palestinesi e italiane. Il pacifista brianzolo dell'International Solidarity Movement trucidato la settimana scorsa a Gaza è stato ricordato dall'arcivescovo emerito di Gerusalemme Hilarion Capucci con parole sentite: «Per noi Vittorio è un martire, un eroe e un santo, come un vescovo che ha difeso il suo gregge e il suo gregge era il popolo palestinese. «Porto il cordoglio del presidente palestinese - ha aggiunto - In questo momento in Palestina per Vittorio si stanno celebrando due messe solenni». Sulla bara il libro scritto da Vittorio, 'Restiamo umanì. Il rito funebre è stato celebrato dal parroco, don Roberto Crotta,



ARRIGONI VIKLeggi e conserva
il fumetto
firmato Biani e Nazzaro
in edicola oggi con l'Unità
OPPURE CLICCA QUI



Il saluto alla casa di "Vik"
Prima di raggiungere il palazzetto dello sport dove si svolgono le esequie, tutti hanno voluto fermarsi nella villa di via Papa Giovanni XXIII dove è stata allestita la camera ardente. Tra gli altri è arrivato anche un inviato da Parigi della televisione Al Jazeera e una delegazione palestinese. Hanno celebrato la funzione l'arcivescovo emerito di Gerusalemme monsignor Capucci e il parroco del paesino in provincia di Lecco.

Il paese
Bulciago, un paesino di 3000 abitanti sulle colline della Brianza lecchese dove viveva Arrigoni, è adornato da decine di bandiere italiane, palestinesi e delle pace. Da Gaza è arrivata anche una delegazione. Tanti i giovani giunti da tutta Italia portando foto di Vik o indossando magliette con la scritta 'Vik - Restiamo Umani'. Tra le corone sistemate davanti alla camera ardente una di fiori rossi, sul nastro la scritta in nero 'Il manifesto' e una copia del quotidiano. Come colonna sonora 'O bella ciao'.

L'attivista è stato ucciso giovedì scorso a Gaza da una cellula terroristica salafita. Decine di persone hanno partecipato ieri sera alla veglia per 'Vik Utopia', come amava chiamarsi il volontario trentaseienne.

Per celebrare i funerali nel giorno di Pasqua il parroco ha dovuto chiedere anche una speciale autorizzazione. Il funerale è stato celebrato, come stabilito, nella palestra comunale di Bulciago, dove la mamma di Vittorio, Egidia Beretta, è sindaco dal 2004.