Speciale primarie Pd 8 dicembre 2013
Speciale Elezioni 2013

Imu, «le aliquote non aumenteranno»

Il gettito Imu a giugno si attesta a 9,5 miliardi. Il sottosegretario all'Economia: le aliquote, che il governo poteva ritoccare entro dicembre, «restano quelle che sono».
Imu, nuova
7 luglio 2012
A - A
«Obiettivo centrato» per il gettito Imu che a giugno si attesta a 9,5 miliardi. Lo spiega il sottosegretario all'Economia, Vieri Ceriani, spiegando che dunque le aliquote, che il governo poteva ritoccare entro dicembre, «restano quelle che sono, non c'è nessuna necessità di intervenire».

Il dipartimento delle Finanze del Tesoro spiega come, sulla base di quanto versato fino ad ora dai contribuenti e indicato nelle deleghe di pagamento, si può proiettare a fine anno un gettito teorico di a 19,2 miliardi. A questo importo occorre tuttavia aggiungere la stima del gettito Imu che entrerà nei prossimi mesi, ovvero i versamenti relativi a fabbricati rurali da accatastare entro novembre (70 mln) e quelli relativi agli immobili non dichiarati in catasto (365 mln), che verseranno con il saldo di dicembre, e i versamenti relativi ai contribuenti che non hanno ancora pagato la prima rata.

Infatti, l'analisi dei versamenti Ici ha evidenziato che nei mesi successivi alla scadenza di giugno sono sempre affluiti versamenti da parte di una quota di contribuenti che hanno beneficiato dello spostamento dei termini per le imposte sui redditi. «Ci aspettiamo che quest'anno si sfrutti la possibilità di rateizzazione più che in passato» ha spiegato il sottosegretario all'economia, Vieri Ceriani, illustrando i dati.

Anche quest'anno per i contribuenti soggetti agli studi di settore, infatti, la scadenza dei versamenti è stata rinviata dal 18 giugno al 9 luglio e, con la maggiorazione dello 0,4 per cento, al 20 agosto. Per cui la previsione per l'intero anno raggiunge i 20,1 miliardi (20.085 mln), in linea con la previsione iniziale. Alla data della prima scadenza risultano aver versato circa 23,8 milioni di contribuenti su una platea potenziale di 25,5 mln, con una importo medio dei versamenti di circa 400 euro (su base annua l'importo medio si attesta a circa il doppio).

Dei 9,55 mld dell'acconto imu, circa 1,6 mld sono relativi alla prima abitazione, 7,9 mld sono relativi agli altri immobili, mentre l' imu sui fabbricati rurali strumentali è stata pari a 15,7 milioni di euro. Solo il 5,5 per cento dei contribuenti (circa 877.000) ha optato per le due rate di versamento di acconto a giugno e a settembre (opzione possibile solo per l' imu sulla prima abitazione).