Speciale primarie Pd 8 dicembre 2013
Speciale Elezioni 2013

"Forconi", movimento si spacca

sicilia protesta tir negozi vuoti palermo 640
23 gennaio 2012
A - A
Sconfitta la linea dura, il movimento dei forconi si è spaccato. Martino Morsello, uno dei leader della protesta che ha paralizzato la Sicilia la settimana scorsa è solo. La sua linea dura per continuare a mantenere alto il livello della protesta in Sicilia non è passato. È prevalsa la linea di Mariano Ferro e Giuseppe Scarlata che hanno deciso di attendere cosa avverrà dopo l'incontro di mercoledì tra il governatore Lombardo e il premier Monti.

Il movimento dei forconi è nato nel maggio scorso ad Avola (Sr) su inziativa di Morsello, Ferro e Scarlata. Non c'è nulla di ufficiale, documenti scritti, statuti, amministratori. «Io sono un imprenditore fallito - dice Morsello - Anche Ferro è un agricoltore fallito, mentre Scarlata è un allevatore di ovini». «I presidi siciliani - aggiunge - rimangono per dare visibilità alle ragioni della protesta ma sono pacifici, non blocchiamo alcuno. Io sono per far rimanere la battaglia in Sicilia dove c'è una classe politica inaffidabile e dove ci sono le risorse che chiediamo. A Roma Lombardo e Ferro non otterranno niente. Torneranno a mani vuote. Allora vedremo...». Mariano Ferro intende ribatte con una conferenza stampa: «Parleremo delle dichiarazioni di Morsello, delle falsità che sta spargendo, e di quelle che sta spargendo Giuseppe Richichi».