Speciale primarie Pd 8 dicembre 2013
Speciale Elezioni 2013

Fioroni: «Riformisti, alleiamoci
anche con moderati Pdl»

giuseppe fioroni 640
14 agosto 2012
A - A
Giuseppe Fioroni apre le porte ad un'alleanza del Pd con l'area moderata del Pdl? Dalle sue parole sembra proprio di sì: «Il futuro dell'Italia è una coalizione tra una grande area riformista e un'area moderata, credibile e autorevole, in cui c'è Casini ma c'è anche molto di più. Credo che nella ricomposizione dell'area moderata possano entrarci tutti coloro che hanno un progetto d'Italia e che hanno capito che il berlusconismo è finito». Lo ha detto ai microfoni di KlausCondicio.

«Oggi stiamo governando con il Pdl - ha continuato Fioroni - e nel Pdl ci sono persone autorevoli e credibili che, di fronte alla possibilità di un ritorno in campo di Berlusconi, possono dire 'no, grazie' e contribuire a dare vita a qualcos'altro. L'area moderata deve riuscire a superare la fase dell'individualismo, del personalismo, del solipsismo, per dare vita a una grande ricomposizione che si allei, prima del voto, con l'area riformista in cui c'è il Pd per governare domani l'Italia. Ma che lo faccia per scelta». Il nome del partito resterà Partito Democratico? «Ma certo, non vedo perchè si dovrebbe rinunciare al Partito Democratico, che è l'unica grande forza politica che ancora ottiene i consensi e ha un radicamento sul territorio - ha puntualizzato Fioroni - il problema non è cambiare il nome, il problema è avere il coraggio di dire noi vogliamo fare questo e lo facciamo per scelta politica, e l'alleanza di queste due aree costituisce il nuovo grande centro-sinistra».