Speciale primarie Pd 8 dicembre 2013
Speciale Elezioni 2013

Finanza alla Regione Lazio: Fiorito indagato

Franco Fiorito, ex capogruppo Pdl Lazio
14 settembre 2012
A - A
La Finanza nel consiglio Regionale del Lazio per trovare documenti in relazione all'inchiesta sulla gestione dei fondi del Pdl che vede indagato per peculato l'ex capogruppo Franco Fiorito. I finanzieri stanno acquisendo documenti in corso presso la sede del consiglio Regionale. Il Nucleo speciale di polizia valutaria della Guardia di Finanza interviene su mandato della Procura di Roma. Fiorito stamattina si è autosospeso dal partito.


VIDEO | ECCO LE PERFORMANCES DI FIORITO IN REGIONE: «E vieni a rompere i c...a me?»

PERQUISITI CASA E UFFICIO DELL'EX CAPOGRUPPO
Gli uomini delle Fiamme Gialle perquisiscono, oltre che presso gli uffici del Pdl del consiglio regionale del Lazio, anche l'abitazione e l' ufficio privato di Franco Fiorito.

AVVOCATO TAORMINA DIFENSORE DI FIORITO
Questa mattina l'avvocato Carlo Taormina ha depositato presso l'ufficio del procuratore aggiunto Alberto Caperna, la nomina a difensore dell'ex capogruppo del Pdl.

EX CAPOGRUPPO LAZIO INDAGATO PER PECULATO
Franco Fiorito, l'ex capogruppo del Pdl alla Regione Lazio e presidente della commissione Bilancio, nella bufera da giorni per la gestione dei fondi del suo partito, è indagato dalla Procura di Roma. L'ipotesi di reato è peculato. Fiorito infatti, vogliono verificare gli inquirenti, avrebbe trasferito ingenti somme di denaro dalle casse del gruppo Pdl a conti intestati a se stesso in istituti di credito spagnoli. Il procuratore aggiunto Alberto Caperna e il sostituto Alberto Pioletti hanno in mano un'informativa della Finanza e una segnalazione di Bankitalia su movimenti di denaro sospetti verso l'estero negli ultimi due anni. Ieri hanno sentito come persona informata sui fatti il nuovo capogruppo pidiellino, Francesco Battistoni.

L'inchiesta sull'ex capogruppo Pdl alla Regione Lazio, Franco Fiorito, è stata affidata al pm Alberto Pioletti. La coordina il procuratore aggiunto di Roma, Alberto Caperna. Gli inquirenti vogliono capire se Fiorito, già sindaco di Anagni, abbia aperto conti presso istituti di credito spagnoli intestandoli a se stesso. Chi indaga dovrà ricostruire i flussi di denaro e stabilire la legittimità, o meno, delle operazioni finanziarie contestate.

I pubblici ministeri si stanno concentrando su 109 bonifici che Fiorito avrebbe effettuato dalle casse del partito verso cinque suoi conti correnti in Italia e all'estero. Circola però un dossier che mette in luce i conti spese dei singoli consiglieri regionali del gruppo pidiellino, tra i quali alcuni potrebbero sembrare non direttamente riconducibili all'attività politica. Una guerra aperta che coinvolge la compagine pidiellina della Regione Lazio.

FIORITO: NON HO PRESO SOLDI, SAREI IN GALERA
«Assolutamente no, altrimenti ora non sarei qui ma sarei in galera». Lo ha detto l'ex capogruppo del Pdl al Consiglio regionale del Lazio, Franco Fiorito, indagato per peculato, lasciando la sede del Pdl nazionale, a chi gli chiedeva se fosse vero che si fosse preso il denaro del suo gruppo.

ALFANO: SI' DEL PDL AD AUTO-SOSPENSIONE DI FIORITO
Il segretario del Pdl Angelino Alfano dichiara: «Il consigliere regionale del Lazio Franco Fiorito ha comunicato la propria sospensione dal partito. Decisione che il popolo delle libertà ha immediatamente accolto e che implica anche la sua decadenza da segretario provinciale del partito di Frosinone. Convocherò nei prossimi giorni i coordinatori regionali del Popolo della Libertà del Lazio per una valutazione sulla situazione politica regionale».