Speciale primarie Pd 8 dicembre 2013
Speciale Elezioni 2013

Fede si butta in politica e fonda un movimento

emilio fede 640 AN
30 agosto 2012
A - A
Se qualcuno sentiva la mancanza di un nuovo movimento d'opinione, l'ex direttore del Tg4 Emilio Fede provvederà a colmare questo vuoto esistenziale annunciando il suo “Vogliamo vivere”. Chissà se è da intendere anche come un voler vivere lontano dagli sguardi e dalle domande di magistrati inquirenti, visto che il fedelissimo di Berlusconi è tuttora sotto processo per il caso Ruby ad Arcore. Di sicuro l'over 80enne giornalista si impegna per non stare lontano da riflettori e telecamere: per chi è stato una vita in tv dev'essere dura finire lontano dalla ribalta.

Fede dice a l'Espresso di aver sentito l'urgente bisogno di creare questo movimento, da lui medesimo finanziato e – giura – senza che Silvio ne sappia nulla – perché definisce “uno spartito stonato” il Pdl di cui peraltro la moglie è rappresentante in Senato. Afferma di guardare soprattutto alle elettrici, che molti lo hanno esortato a fare qualcosa, che il suo movimento sarà una lista in sostegno al centrodestra. Dalle inchieste che lo riguardano, il Rubygate e un'indagine sul presunto versamento di due milioni e mezzo in contanti in Svizzera, garantisce che uscirà a “testa alta”.

MEDIASET: SE FEDE HA BUON PROGETTO VALUTIAMO
«Emilio Fede ha ancora un rapporto di collaborazione con Mediaset quindi se si presenta con un progetto che ci interessa e ci sono i soldi per realizzarlo vedremo». Lo ha detto Mauro Crippa, direttore generale Informazione Mediaset, rispondendo a una domanda su un eventuale ritorno in video a Mediaset di Fede, durante la presentazione del nuovo Tg 4 che cambia veste. «Fede ha un suo ufficio a Cologno Monzese e nessuno lo ha mai messo alla porta».