Speciale primarie Pd 8 dicembre 2013
Speciale Elezioni 2013

Luigi Lusi indagato per calunnia

Lusi, interrogatorio
14 luglio 2012
A - A
La procura di Roma non procederà nei confronti degli ex esponenti della Margherita, Francesco Rutelli e Enzo Bianco, in relazione a quanto affermato in sede di interrogatorio dall'ex tesoriere Luigi Lusi. I pm indagheranno, invece, quest'ultimo, per calunnia in relazione alle accuse mosse, dopo il suo arresto, contro gli ex vertici Dl.

La decisione di indagare il senatore Lusi anche per il reato di calunnia è avvenuta questa mattina al termine di una riunione che si è svolta negli uffici della Procura di Roma, con il procuratore aggiunto Alberto Caperna. Nei giorni scorsi lo stesso Francesco Rutelli aveva presentato un esposto in Procura denunciando Lusi per le affermazioni che aveva fatto nel corso del suo interrogatorio, quando aveva sostenuto che c'era un patto con la corrente rutelliana per la spartizione dei soldi della ex Margherita.

Luigi Lusi è in carcere per rispondere dell'ammanco di circa 25 milioni di euro dalle casse dell'ex partito.

L'accusa di calunnia nei confronti di Lusi riguarda le sole affermazioni in cui il senatore tira in ballo Rutelli. Era stato proprio l'ex leader Dl a denunciare Luigi Lusi il 26 giugno scorso per calunnia, sottolineando «la mostruosa e grossolana attività calunniatrice operata in mio danno da Lusi'». Si conferma - affermava Rutelli nella denuncia - «che non esiste alcun nesso tra il ladrocinio architettato, organizzato e gestito dall'ex tesoriere e le legittime attività politiche della Margherita-Dl».

I LEGALI DI LUSI: «ATTO DOVUTO»
«Se c'è una denuncia, l'iscrizione è un atto dovuto. La situazione non si è modificata rispetto a prima». È quanto affermano gli avvocati Luca Petrucci e Renato Archidiacono, commentando la decisione della procura di Roma di indagare per calunnia il loro assistito, l'ex tesoriere della Margherita, Luigi Lusi. «Aspettiamo di conoscere - concludono i penalisti - i risultati degli accertamenti fatti dalla procura a seguito dell'interrogatorio di garanzia. Attendiamo, comunque, che Lusi venga sottoposto ad un nuovo interrogatorio per chiarire la sua posizione».