Book Trailers
Festival Berlino
Festival Venezia

Floris: «Da me gli stessi ospiti? E' l'Italia» | VIDEO

IMG
Di Stefano Miliani
10 settembre 2012
A - A
Giovanni Floris è il giornalista che in diretta tv ha tenuto botta a un Berlusconi infuriato. Al momento incursioni altrettanto violente sullo schermo dell'ex premier sulla carta non sembrano prevedibili, non ce lo vediamo Monti telefonare per contestare, ciononostante la stagione televisiva che il conduttore affronta non sarà una passeggiata. Ballarò riparte martedì 11 settembre alle 21.05 su Raitre (primi ospiti Matteo Renzi e la giovane economista Irene Tinagli) e nella video intervista a www.unita.it il giornalista dice: “Cercheremo di raccontare con lucidità una situazione drammatica dal punto di vista economico e sociale”.

Giovanni Floris: LA VIDEOINTERVISTA



Maurizio Crozza con il suo umorismo corrosivo e irresistibile naturalmente mantiene il privilegio di aprire la trasmissione commentando, come fa lui, fatti, tic e personaggi. Il giornalista garantisce di sapere solo in tarda serata cosa tirerà fuori dal cilindro il comico ligure. E nell'intervista a www.unita.it risponde a quella che è la sensazione diffusa tra i telespettatori italiani che seguono i talk show: vedere sempre gli stessi volti. “E' la classe dirigente italiana, noi facciamo scelte giornalistiche”, commenta Floris che l'anno scorso ha pubblicato un saggio dal titolo Decapitati. Perché abbiamo la classe dirigente che non ci meritiamo. E se si escludono i momenti in cui opinionisti, giornalisti o politici si urlano l'un con l'altro (con il giornalista che cerca di tenerli a bada) e la faccenda indispettisce perché si fatica a capire, Ballarò è un programma serio, preparato con cura, sforna inchieste, approfondisce. È, per farla breve, una bella bandiera per la tv pubblica.

La trasmissione – come sapete – è un mix di dibattito in studio e inchieste e prende il nome da un mercato popolare di Palermo. Floris firma il programma insieme a Lello Fabiani, Filippo Nanni, Mercedes Vela Cossio e Raffaella Malaguti, che vede come produttore esecutivo Beatrice Serani e alla regia Maurizio Fusco. E arriva all'undicesima stagione che, recita il comunicato stampa, “nella passata stagione ha sfiorato il 17% di share e, secondo il sondaggio Demos, è stato scelto come il talk show più affidabile”.

Twitter: @stefanomiliani